News

Novità sull’azienda, sul mercato e sull’evoluzione dei prodotti.

Lettura dei consumi via radio: Nessun rischio per la salute e per la protezione dei dati

Grazie alla tecnologia più recente, i ripartitori dei costi di riscaldamento e i contatori di calore e dell’acqua possono trasmettere via radio i valori di consumo rilevati nella propria abitazione, giungendo direttamente al proprio fornitore di servizi di misurazione. Questo porta ad un vantaggio immediato, ossia non è più necessario far entrare qualcuno fisicamente nella propria abitazione o farsi trovare in casa in un determinato orario per il conteggio dei costi di riscaldamento. (altro…)

Ecco perché è essenziale sostituire i ripartitori di calore installati 10 anni fa

Il progredire dell’innovazione tecnologica ci offre l’opportunità di disporre di strumenti che permettono di risparmiare energia, dandoci preziose informazioni su quelli che sono i nostri consumi, con la possibilità di misurarli e monitorarli in modo continuativo. Essenziale per ottenere tale risultato è l’installazione dei ripartitori di calore, dispositivi atti alla rilevazione dei consumi dei propri radiatori. Il 30 Giugno 2017 è diventato definitivamente obbligatorio installare tali sistemi di termoregolazione in edifici con un impianto di riscaldamento centralizzato, ma ben prima di questa data i più lungimiranti si erano già mossi in tale direzione. (altro…)

Riaccensione dei termosifoni: i consigli per risparmiare sui costi di riscaldamento

Dopo una lunga estate, con temperature sopra la media stagionale a settembre e durante la prima metà di ottobre, pare giunto il momento di rassegnarsi all’evidenza che bisogna accendere i termosifoni, in molte parti d’Italia almeno. Per tale ragione, Qundis – uno dei principali player nel settore dei misuratori e dei sistemi per la contabilizzazione del calore – ha deciso di dispensare alcuni suggerimenti per preparare i propri termosifoni alla nuova stagione e, al contempo, veder diminuire i propri costi in bolletta.

(altro…)

Oltre un anno fa l’obbligo di legge di installare le termovalvole

Il 30 giugno 2017 è scaduto il termine, fissato dal decreto legge 244/2016, per l’installazione dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore negli edifici serviti da impianto termico centralizzato. Per i proprietari di immobili e condomìni che non si fossero adeguati, una multa da 500 a 2500 euro.

Oggi, oltre due mesi dopo il primo compleanno di questa scadenza, pare necessario tracciare un bilancio dell’anno appena trascorso per capire cosa sia andato storto e cosa sta cambiando. A fine 2017, QUNDIS aveva dichiarato come – secondo analisi interne, supportate dai dati ISTAT – ci fossero all’incirca un milione di appartamenti da adeguare a norma ed è strano dover riscontrare oggi come quei numeri siano rimasti pressoché invariati nel corso della prima metà del 2018. (altro…)

QUNDIS presenta Q temp, il sensore climatico per ambienti interni ed esterni

QUNDIS leader europeo nella produzione di sistemi AMR, ripartitori di calore, contatori di calore e d´acqua e smart meter gateways per la gestione di dati dei consumi energetici, annuncia l’imminente arrivo sul mercato italiano di Q temp, la soluzione che consente di gestire il riscaldamento – in ambienti interni ed esterni – in maniera semplice, monitorandone le prestazioni.
(altro…)

Qundis partecipa a Mostra Convegno Expocomfort 2018

L’Azienda sarà presente in fiera (Pad.7 – Stand V32) per presentare molti nuovi prodotti, tra cui il contatore di calore con dispositivi di comunicazione incorporati, il modulo radio per la lettura remota dei consumi di calore e le unità di connessione per i contatori dell’acqua. Presentazione ufficiale il giorno 14 marzo alle 14 (Pad.5 – Stand U01 – Conference & Business Area)

(altro…)

Qundis presenta il nuovo modulo radio “Q module 5.5 heat” per la lettura remota dei consumi di calore

Il nuovo modulo radio per il contatore di calore Q heat 5 incrementa la portata delle onde radio all’interno degli edifici grazie alla modalità C-Mode e sfrutta il sistema Q walk-by per garantire la lettura 365 giorni all’anno

QUNDIS, leader europeo nella produzione di sistemi AMR, ripartitori di calore, contatori di calore e d´acqua e smart meter gateways per la gestione di dati dei consumi energetici, ha lanciato sul mercato italiano il nuovo modulo radio Q module 5.5 heat per la lettura remota via radio dei contatori di calore, fissando nuovi parametri per quanto riguarda le capacità delle onde radio. (altro…)

6 consigli per risparmiare sui costi di riscaldamento

A cura di Antonello Guzzetti, Country Manager di Qundis in Italia

E’ in arrivo il periodo dell’anno più ostile per condizioni climatiche: i giorni della Merla fanno capolino e sempre più utenti lamentano di spendere troppo per i propri sistemi di risaldamento. Per tale ragione, Qundis – uno dei principali player nel settore dei misuratori e dei sistemi per la contabilizzazione del calore – ha deciso di dispensare alcuni suggerimenti per veder diminuire i propri costi in bolletta e, allo stesso tempo, far sì che si ponga attenzione alle norme che regolano il riscaldamento negli edifici e che, spesso, vengono ignorate. (altro…)

Sei motivi per passare alla lettura automatica dei contatori

A cura di Antonello Guzzetti, Country Manager di Qundis in Italia

Per venire incontro ad uno stile di vita sempre più frenetico, in cui c’è sempre meno tempo da dedicare alla gestione della casa, anche un produttore nel settore della misurazione può fare la propria parte. Un aiuto essenziale in tal senso è quello di consentire agli utenti di centralizzare i consumi rilevati da ogni strumento di misurazione apposito e, per fare ciò, la tecnologia può rappresentare un prezioso alleato. (altro…)

Contabilizzazione in Italia. Ancora un milione di appartamenti da adeguare a norma

A cura di Antonello Guzzetti, Country Manager di Qundis in Italia

“L’Europa non può permettersi di sprecare energia. La realizzazione di un’Europa efficiente sotto il profilo energetico è un obiettivo dell’UE da lungo tempo, ripetutamente sostenuto dai suoi capi di Stato e di governo.” Così si leggeva nel testo ufficiale della comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo a Bruxelles nel 2013.

Anche l’Italia si è, quindi, mossa in tal senso, con la UNI 10200 che stabiliva i dettami per una corretta ed equa ripartizione delle spese di climatizzazione invernale e acqua calda sanitaria in edifici di tipo condominiale, provvisti o meno di dispositivi per la contabilizzazione dell’energia termica. (altro…)

Contatto stampa:

Susanna K. Thie
Head of Marketing & Communications
tel. +49 361 26 280-251
presse@qundis.com